Glutatione: 5 motivi per cui assumere questa importante molecola

glutatione a cosa serve

Il Glutatione, noto anche come GSH, è una molecola che si trova naturalmente all’interno del nostro corpo. Prodotto dal fegato, il glutatione è costituito da tre aminoacidi: L-cisteina, glicina e L-glutammato. Le ricerche degli ultimi anni hanno scoperto che tale molecola presenta importanti effetti antiossidanti, oltre a stimolare il sistema immunitario, e per questo motivo oggi spesso si utilizzano integratori di glutatione per trattare e prevenire una serie di condizioni sanitarie. Vediamo allora perché assumere glutatione, cos’è questa molecola e quali sono i benefici che ne derivano.

>> Leggi anche: 7 cibi antiossidanti per un benessere completo



Principali usi del Glutatione

Si ritiene che il glutatione (GSH) protegga l’organismo da una vasta gamma di problemi di salute, tra cui l’alcolismo, la malattia di Alzheimer, l’asma, l’aterosclerosi, l’autismo, la cataratta, la sindrome da affaticamento cronico, la colite, il diabete, il glaucoma, le malattie cardiache, l’epatite, il colesterolo alto, le malattie epatiche, l’osteoartrosi, la malattia di Lyme e la malattia di Parkinson.

Inoltre, proprio in virtù delle sue enormi proprietà antiossidanti, il glutatione può invertire i processi di invecchiamento cellulare, prevenire il cancro e preservare la memoria.

Osserviamo allora tutti questi benefici più nel dettaglio.

Assumere glutatione: i benefici per la salute

glutatione-papayaIl mantenimento di livelli ottimali di glutatione è essenziale per la nostra salute. Secondo un rapporto del 2004 pubblicato nel Journal of Nutrition, il glutatione svolge un ruolo fondamentale nella difesa antiossidante, nella sintesi delle sostanze nutritive e nella regolazione di molti processi biologici (compresa la risposta immunitaria).

Gli autori del rapporto sottolineano inoltre che la carenza di glutatione GSH contribuisce allo stress ossidativo, che a sua volta influenza lo sviluppo di molte malattie (tra cui la malattia di Alzheimer, la malattia di Parkinson, i disturbi epatici, la fibrosi cistica, l’anemia falciforme, il cancro, l’infarto, l’ictus e il diabete).

Sebbene la ricerca sull’uso dei supplementi di glutatione sia ad oggi abbastanza limitata, ci sono diverse prove secondo cui il glutatione può offrire diversi benefici quando assunto in forma supplementare, anche se tali effetti possono essere dovuti all’aumento della L-cisteina, in quanto il glutatione viene digerito nei suoi amminoacidi.

1) Colite ulcerosa

Malattie infiammatorie dell’intestino, come la colite ulcerosa, sono caratterizzate dallo stress ossidativo. Il glutatione, essendo un antiossidante chiave nei tessuti gastrointestinali, può avere effetti positivi nei confronti di tali disturbi. La ricerca sugli animali suggerisce, infatti, che l’integrazione di glutatione può aiutare nel trattamento della colite ulcerosa. In uno studio del 2003 pubblicato in Digestive and Liver Disease, ad esempio, gli scienziati hanno scoperto che l’integrazione di glutatione può migliorare significativamente il danno al colon nei ratti con colite.

2) Salute cardiovascolare

Negli esami sui ratti, gli autori di uno studio del 2001 della American Journal of Physiology hanno scoperto che una combinazione di integrazione di glutatione GSH e di esercizio fisico può contribuire ad aumentare le proprietà antiossidanti e proteggere contro i danni ossidativi e la diminuzione della funzione cardiaca causata dalla riperfusione dell’ischemia, ripristinando il flusso sanguigno in una zona che aveva precedentemente avuto un carente flusso di sangue.

3) Autismo

Gli studi sul glutatione hanno aperto la strada a interessanti possibilità nel trattamento dei disturbi dello spettro dell’autismo, come suggerito da una ricerca pubblicata nel 2011 in Medical Science Monitor. In tale studio, 26 bambini (dai tre ai 13 anni) con un disturbo dello spettro autistico sono stati  sottoposti a otto settimane di trattamento con integratori di glutatione o glutatione transdermico (un tipo di trattamento che prevede il rilascio di principi attivi attraverso la pelle).

Gli effetti dell’integrazione sui sintomi sono stati positivi, ma gli autori dello studio ritengono comunque necessarie ulteriori ricerche sull’uso di integratori di glutatione e sul suo potenziale per migliorare i disturbi dello spettro dell’autismo.

4) Pelle

Alcuni prodotti per la cura personale che contengono glutatione vengono commercializzati per i loro supposti effetti di sbiancamento cutaneo. Questi prodotti includono saponi e creme. Alcune persone assumono integratori di glutatione proprio per rendere la pelle più chiara ma, anche se il glutatione è spesso elencato come una soluzione naturale per lo sbiancamento della pelle, non esiste alcun supporto scientifico per questa affermazione.

>> Leggi anche: Ormone DHEA, l’alleato anti-invecchiamento dell’organismo

5) Glutatione Iniezioni e uso endovenoso

In alcuni casi, i professionisti del settore sanitario somministrano glutatione per via endovenosa, in particolare per trattare condizioni come la malattia di Parkinson, l’aterosclerosi e il diabete. Inoltre, tale forma di somministrazione viene talvolta usata per trattare gli effetti collaterali della chemioterapia, del trattamento di emodialisi e della chirurgia bypass.

I professionisti sanitari iniettano glutatione endovena per proteggere il paziente contro gli effetti collaterali della chemioterapia, per disintossicare il fegato da sostanze tossiche o anche per trattare l’infertilità.

>> Leggi anche: 7 effetti benefici degli integratori di Trans Resveratrolo

Glutatione Dove si compra

Oggi ampiamente disponibili online, gli integratori di GSH glutatione e i prodotti per la cura personale contenenti glutatione vengono venduti in molti negozi bio e specializzati in integratori alimentari. Un ottimo prodotto in termini di rapporto qualità-prezzo è, per esempio, quello proposto da Anastore, che unisce le proprietà del glutatione e della papaya in un mix ideale per prevenire gli effetti dell’invecchiamento, dato che rinforza il sistema immunitario e contrasta lo stress ossidativo delle cellule, che ne sono le due cause principali.

Guarda l’offerta per Glutathione e Papaya su Anastore e acquista direttamente on line

È bene chiarire, comunque, che tutti i benefici della supplementazione orale di glutatione possono essere dovuti all’aumento della L-cisteina. Altri integratori, come la N-acetilcisteina, possono fornire la L-cisteina necessaria per aumentare i livelli di glutatione nel corpo in modo indiretto.



n-acetilcisteinaA causa delle poche ricerche in merito, è ancora presto per raccomandare l’assunzione di glutatione in qualsiasi condizione di salute. Se si sta considerando l’uso di glutatione per trattare una patologia, dunque, è bene consultare il proprio medico prima di iniziare l’integrazione. L’auto-trattamento di una condizione cronica e l’evitamento o il ritardo della cura standard possono sempre avere gravi conseguenze.

Glutatione Effetti Collaterali e precauzioni

Come detto, causa della carenza di ricerca, ancora poco si sa circa gli effetti collaterali dell’utilizzo di integratori di glutatione. Qualche preoccupazione c’è riguardo al fatto che l’uso di integratori di glutatione possa causare crampi e gonfiori. Inoltre, in alcune persone possono verificarsi reazioni allergiche, come ad esempio eruzioni cutanee. Per evitare qualsiasi rischio, si consiglia pertanto di rivolgersi al proprio medico curante prima di assumere integratori.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*