Casatiello Vegan, la ricetta di Pasqua di Veg And The City

La Pasqua si avvicina, con tutte le specialità gastronomiche tipiche di questo periodo. Cosa fare, però, quando in casa si ha un napoletano amante del casatiello di mammà??? Facile, si veganizza!!! 😀
Ecco allora la ricetta per preparare un ottimo Casatiello Vegan, una rivisitazione di un classico della cucina campana, riadattato alle esigenze di chi ha scelto di seguire una dieta completamente cruelty-free: perché la Pasqua sia davvero una celebrazione di vita, che allieti anche il palato salvaguardando però i nostri amici animali!

Leggi anche: Perché diventare vegani? 14 buone ragioni per una vita cruelty free

Ingredienti

      • 1 kg di farina integrale
      • 500 gr farina di grano germano
      • 300 ml acqua tiepida , in cui scioglierete mezzo cubetto di lievito di birra
      • 300 ml latte di soia neutro tiepido, in cui scioglierete un pizzico di sale
      • margarina 100% vegetale
      • 1 bicchiere di olio e.v.o.
      • pepe abbondante
      • 300 gr di pomodori secchi
      • 100 gr di olive nere e verdi
      • 100 gr di formaggio di lupini
      • 2 salsicce di seitan al finocchietto autoprodotte

Ecco il procedimento per realizzare il vostro gustosissimo Casatiello vegano.

Formate la classica fontana al centro delle farine e cominciate a versare lentamente l’acqua, prima, il latte e l’olio poi, finché non si uniranno tutti gli ingredienti e formerete una palla di pasta liscia e omogenea.
Non abbiate pietà! La pasta di pane va picchiata e sbattuta sul piano di lavoro, per incamerare più aria possibile.
Lasciate lievitare per 5 ore, poi riponete in frigo fino al giorno dopo.
Lo troverete così…

impasto-casatiello

Tirate fuori la pasta dal frigo, rilavorate e dividete i panetti nelle teglie che andrete ad usare.
Per il casatiello, potete usare gli stampi per ciambella, abbondantemente oleati.
Per incorporare tutti gli ingredienti all’impasto, dovete lavorare la pasta a pizzicotti, poi riunire il tutto in una sorta di treccia. Non dimenticate tanto tanto pepe!!!
Lasciate riposare per altre 3 ore o fino al raddoppio del volume.

Infornare a 180° per 35 minuti.
Non aspettate la prossima Pasqua per provarlo, mi raccomando, non saprete più farne a meno!
Con i panetti che vi restano, potete fare delle pizze o del pane per il resto della settimana, integrale e a lievitazione lenta, leggerissimi, gustosi e che non vi faranno male!

P.s. Le uova finte sono palline fatte con il tofu frullato bene a crema, ripiene di crocché di patate e carote.

>>> Leggi anche: Matrimonio vegano: un’idea folle riuscita benissimo! 


veg-and-the-cityVeg And the City
nasce dall’esigenza di unire due passioni: l’amore per gli animali e quello per la cucina.

La cucina vegana è il connubio perfetto tra queste due cose.
Si tratta del primo ed unico home veg restaurant salernitano.
Un’idea che nasce dalla voglia di lavorare e stare a contatto con le persone, di inventarsi un impiego, andando un pò controcorrente rispetto alla burocrazia e alla lentezza dei nostri tempi.
Noi di slow abbiamo solo il food, la lievitazione del nostro pane integrale, la fermentazione o la produzione dei ”non-formaggi”.
Nella nostra cucina possiamo far sentire le persone realmente a casa, come in un pranzo di famiglia, giocando con il cibo, con i colori e gli odori delle verdure di stagione e dei prodotti fatti in casa, senza doverci preoccupare di CHI troveremo oggi nel nostro piatto.
Amicizia, cultura vegana, buon gusto, amiamo veganizzare i piatti della nostra tradizione culinaria e soprattutto dimostrare che la vera dieta mediterranea è già per la maggiore cruelty free, dalla Campania, passando per il Cilento (patrimonio dell’Unesco), rincorrendo e onorando le nostre origini, dimostrando che Veg si può e si deve.

Segui Veg And The City su Facebook

Ti piace NaturLove? Rimani aggiornato seguendoci sulle nostre pagine!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*