Deficit erettivo, impotenza ed eiaculazione precoce: un aiuto concreto dalla fitoterapia

deficit-erettivo-fitoterapia

I problemi legati alla sessualità, come impotenza, ansia da prestazione e deficit erettivo, rivestono una grande importanza nella sfera sia fisica che psicologica degli individui. Le difficoltà nel vivere una sessualità sana e soddisfacente portano spesso con sé, infatti, cali sensibili nell’umore, nell’autostima e di conseguenza insoddisfazioni diffuse a 360 gradi.

In quest’articolo vedremo quali sono i disturbi più diffusi e alcuni metodi naturali per superarli e ritrovare una vita sessuale sana e soddisfacente.

>>> Se ti piace NaturLove, iscriviti anche al gruppo Facebook dedicato ai contenuti esclusivi e alle migliori offerte di prodotti naturali sul web! <<<




Quali sono i principali disturbi sessuali nell’uomo

viper pro prestazioni sessualiTra i disturbi sessuali maschili più frequenti nella popolazione maschile, e senza distinzioni di età, vi sono l’eiaculazione precoce o la difficoltà nel raggiungere l’orgasmo, i problemi di deficit erettivo (o disfunzione erettile), più in generale impotenza, ma anche cali della libido e astenia maschile con conseguenti difficoltà nell’approcciare l’esperienza sessuale sin dalle prime battute.

Tutte le problematiche citate causano nell’uomo che si trova ad affrontarle frustrazione e senso di inadeguatezza, spesso con conseguenze anche gravi sui rapporti di coppia. Sebbene situazioni di questo tipo possano sembrare insormontabili, la realtà è che, salvo disturbi di natura meccanica più gravi che richiedono l’intervento di un andrologo, solitamente la natura di questi disturbi sessuali è prettamente psicologica, legata a bassi livelli di autostima che si alimentano man mano che queste difficoltà vengono a galla, in una sorta di micidiale circolo vizioso.

Per fortuna le soluzioni esistono e non si tratta di semplici placebo. Vediamo in quali modi è più opportuno affrontare i disturbi sessuali maschili, con l’aiuto di rimedi naturali associati ad una vita sana.

>>> Leggi anche: Come sconfiggere l’ansia da prestazione: 7 rimedi per ritrovare la serenità

Curare alimentazione, attività fisica e livelli di stress per prevenire la disfunzione erettile

Tre elementi di cui tener conto nell’affrontare i disturbi sessuali maschili sono: una corretta alimentazione, attività fisica costante e riduzione dei livelli di stress stanchezza.

Comportamenti errati in questi ambiti possono influire negativamente sulla vita sessuale ed è pertanto opportuno, in primo luogo, correggere i propri errori. Un’alimentazione sana, che predilige frutta e verdura fresche e cibi antiossidanti (come kiwi, mirtilli, avocado, carote, bacche di goji, solo per citarne alcuni), rappresenta un primo passo per rimettere in sesto il proprio corpo, non soltanto a livello sessuale. A ciò bisogna aggiungere un’attivita fisica costante, anche la semplice corsa o la bici qualora non fosse possibile dedicarsi ad attività più complesse, che può ridurre i livelli di stress, migliorare la circolazione sanguigna e contribuire a un completo stato di benessere.

Per quanto riguarda proprio lo stress, poi, dedicare del tempo a se stessi e ai propri hobby o scegliere di partecipare ad attività rilassanti come la meditazione e lo yoga rappresentano un importantissimo passaggio verso il recupero della propria salute, sia a livello sessuale, per esempio contro la disfunzione erettile e l’ansia, che generale.

>> Leggi anche: Come curare l’ansia in modo naturale con la fitoterapia

Disturbi sessuali maschili e fitoterapia: un aiuto concreto dalle piante per ansia e astenia maschile

deficit erettivoDiversi sono i rimedi fitoterapici nella cura dei disturbi sessuali maschili, sia di fronte a situazioni di carattere fisico che ad altre di natura più psicologica.

Molti di questi rimedi sono oggi acquistabili sia in erboristeria che on line, prodotti che sfruttano le proprietà delle piante per ottenere benefici ad ampio raggio in ambito sessuale.

Di sicuro interesse sono i prodotti che utilizzano in maniera sinergica piante di diverso tipo per ottenere risultati completi, sia a livello mentale, agendo sulle dinamiche inerenti allo stress e a quelle per sconfiggere l’ansia da prestazione maschile, che a livello fisico, favorendo un’erezione più forte e una durata maggiore.

Nell’ambito di questi prodotti, un’ottima combinazione di principi attivi risulta essere quella alla base di Istinto Uomo, integratore offerto da Anastore a un prezzo molto conveniente.

Guarda l’offerta per Istinto Uomo su Anastore e acquista direttamente on line

Nel prosieguo dell’articolo, vi mostreremo come agiscono i singoli rimedi fitoterapici per ciascuna tipologia di disturbo.

>>> Leggi anche: Impotenza femminile e disfunzioni sessuali: come risolverle in maniera naturale

La Damiana, per esempio, è nota per le sue proprietà tonichestimolanti e afrodisiache, in quanto la damianina in essa contenuta sembra verosimilmente in grado di agire con un meccanismo d’azione parasimpaticolitico, avendo effetti rilassanti sul sistema nervoso centrale. Si riconoscono alla damiana effetti positivi in caso di stanchezza e affaticamento fisico e intellettuale, e quindi come rimedio all’ansia, allo stress e a stati depressivi, ma dà ottimi risultati anche in casi di astenia sessuale e problematiche legate alla sessualità, sia maschile che femminile, risultando infatti utile nei casi di impotenza psicologica. Esistono anche per chi ritiene di essere un eiaculatore precoce rimedi naturali che possono migliorare la situazione e la Damiana, agendo sugli stati d’ansia, è sicuramente uno di questi.

Guarda la migliore offerta per Damiana in capsule on line

>> Leggi anche: Damiana, effetti di un afrodisiaco naturale che migliora l’umore

Associabile alla Damiana è la Maca Peruviana, altra pianta tonica e afrodisiaca dalle straordinarie proprietà
adattogene, fonte di energia e vitalità, grazie all’elevata concentrazione di vitamine (vitamina B1, vitamina C, vitamina E, vitamina K), sali minerali, carboidrati e proteine. La medicina tradizionale peruviana la consiglia per il trattamento dei sintomi di menopausa, astenia maschileimpotenza e deficit erettivo, ma ottimi risultati si sono osservati anche nei casi di calo della libido e di oligospermia (laddove la Maca sembra favorie la produzione di sperma).

>> Leggi anche: Maca Peruviana delle Ande, la pianta stimolante che aiuta uomini e donne

Un altro rimedio molto utile può essere la Muira Puama, conosciuta come ottimo stimolante sessuale (migliora l’erezione nell’uomo e l’inturgidimento dei genitali nella donna) e che, in generale, ha proprietà afrodisiache (aumenta il vigore e il desiderio sessuale sia nell’uomo che nella donna).
La Muira Puama è inoltre un ottimo tonico neuromuscolare per tutto l’organismo e ha ottimi effetti contro l’affaticamento. Questa pianta officinale è utilizzata per combattere l’impotenza in uso interno, sotto forma di gocce, e come uso esterno, sotto forma di decotto concentrato, per bagnare le parti genitali.

>> Leggi anche: Come aumentare in maniera naturale il testosterone in 8 passi

Deficit erettivo, rimedi per migliorare la circolazione e vasodilatatori naturali

Per favorire, invece, la circolazione sanguigna, fondamentale per il raggiungimento e il mantenimento di una buona erezione, è il Ginkgo Biloba, una pianta ricca di terpeni (ginkgolide B) che inibiscono il fattore di attivazione delle piastrine (PAF), prevenendo la formazione di trombi nei vasi sanguigni e diminuendo la permeabilità capillare, migliorando l’irrorazione dei tessuti.

Gli estratti di Ginkgo Biloba risultano essere in grado di stimolare la produzione di Testosterone nelle cellule del Leydig (le cellule dei testicoli dove il Testosterone viene prodotto), nonché in grado di favorire un maggior afflusso di sangue al pene, con un funzionamento in qualche modo simile a quello dei farmaci di sintesi solitamente utilizzati contro il deficit erettivo, come il Viagra, il Cialis e il Levitra. Proprio per la sua attività sui vasi sanguigni e sul testosterone, si attribuiscono al Ginkgo Biloba benefici anche per risolvere problemi di circolazione e per migliorare l’attività sessuale, potendolo annoverare tra i migliori vasodilatatori naturali.

Acquista Ginkgo Biloba vasodilatatore naturale al miglior rapporto qualità-prezzo

Tra le sostanze vasodilatatrici più potenti in natura, vi è poi la Yohimbina. Tale sostanza risulta in grado di agire su diverse funzioni del nostro corpo, dalla circolazione alla protezione del cuore, al miglioramento delle prestazioni sessuali, agendo come uno dei più potenti vasodilatatori naturali esistenti. La Yohimbina, inoltre, può essere di grande aiuto in caso di calo del desiderio maschile, favorendo il ritorno dell’eccitazione perduta a causa di stress o altri fattori fisici e psicologici.

>> Leggi anche: Yohimbina, l’afrodisiaco naturale utile per il cuore

Un altro aiuto può giungere anche dalla ashwagandha withania somnifera, un riequilibratore dell’attività cerebrale. L’ashwagandha contiene infatti sia sostanze serotoninergiche che antiserotoninergiche: calma gli iperattivi e stimola i catatonici. È perfetta per combattere gli sbalzi d’umore riportando la psiche all’equilibrio.

Simile è poi l’azione della tintura madre di avena, mentre per i problemi di erezione e stanchezza fisica, piante come il ginseng e l’eleuterococco possono essere molto efficaci.

Infine, in caso di disturbi mentali e quando si vogliono curare l’ansia, la depressione e gli sbalzi d’umore, la Schisandra sembra avere effetti positivi anche se non si conoscono ancora bene i meccanismi che la rendono efficace contro questi sintomi. Per gli uomini, questa pianta può essere utile contro l’impotenza psicologica e il deficit erettivo in quanto ha la capacità di dilatare i vasi sanguigni, favorendo l’erezione.

Nell’ambito dei prodotti utili per favorire la circolazione sanguigna e la vasodilatazione, abbiamo scelto per voi Sandix, una valida sinergia di principi attivi volti a favorire tali effetti e, dunque, aiutare l’erezione maschile.

Acquista Sandix vasodilatatore naturale contro la disfunzione erettile su Anastore

Arginina, Carnitina e Zinco: altre importanti sinergie contro i disturbi sessuali e la disfunzione erettile

Un’ultima notazione va fatta riguardo ad alcune sostanze fondamentali nel corretto funzionamento di ormoni e
organi sessuali. Amminoacidi come l’Arginina e la Carnitina risultano preziosi alleati per il nostro apparato riproduttivo ed è opportuno, in caso di disturbi sessuali, indagare se vi siano carenze in tal senso. La Carnitina che, di fatto, ha lo scopo di facilitare il passaggio dei lipidi (sostanze grasse) a catena attraverso le membrane dei mitocondri rendendoli disponibili per la beta-ossidazione, come afrodisiaco svolge un ruolo importante per la motilità dello sperma. Tale sostanza si trova in alte concentrazioni nel liquido seminale maschile dove svolge un importante ruolo nel metabolismo energetico dello sperma. La concentrazione di L-Carnitina nel liquido seminale è correlata alla qualità dello sperma.

L’Arginina, invece, stimola efficacemente l’erezione in quanto aumenta il livello di ossido di azoto nel sangue, divenendo un’ottima alleata contro la disfunzione erettile. L’ossido di azoto rilassa le pareti dei vasi sanguigni e, per questo motivo, migliora la circolazione sanguigna in tutto il corpo, inclusa quella del corpo cavernoso del pene. Questo aumento del livello di ossido nitrico provocato dall’arginina rende dunque più elastiche le arterie e ciò può ridurre la pressione sanguigna e migliorare la capacità di erezione.

 Inoltre, l’ossigeno e le sostanze nutritive trasportate dal sangue raggiungono gli organi più velocemente e ciò ha un effetto complessivamente positivo sulla potenza maschile, sulla durata e sul rendimento sessuale.

Un supplemento di Zinco, infine, in caso di carenze accertate, può migliorare l’erezione. Livelli bassi di questa sostanza nel sangue, infatti, hanno dimostrato di portare a disfunzione erettile. È anche vero che assumere troppo zinco può danneggiare il
sistema immunitario e causare altri problemi di salute, pertanto si consiglia di procedere sempre ad effettuare delle analisi preventive e infine valutare con il proprio medico se è opportuno assumere degli integratori.

>>> Se ti piace NaturLove, iscriviti anche al gruppo Facebook dedicato ai contenuti esclusivi e alle migliori offerte di prodotti naturali sul web! <<<




Ti piace NaturLove? Rimani aggiornato seguendoci sulle nostre pagine!

2 Comments

  1. Ormai la naturopatia si è affermata nel campo della cura della disfunzione erettile . Patologia che ormai sappiamo è spesso un segnale , una spia, di problematiche sistemiche che non una vera e propria malattia. Compito dell’andrologo è individuare eventuali cause organiche e proporre al paziente i rimedi efficaci e possibilmente meno aggressivi….penso che in questo un aprroccio non chimico sia il primo e doveroso passo. Complimenti per l’articolo ben scritto , molto interessante

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*