Falafel di ceci, un piatto mediorientale nella versione di Veg And The City

falafel di ceci

Uno dei primi piatti che ho cucinato per buffet o cene fra amici vegani sono stati i falafel di ceci, delle polpette speziate tipiche della cucina mediorentale e a me sconosciute fino a poco tempo prima. Inutile dire che da allora ce ne siamo completamente innamorati, soprattutto se vengono serviti con gustosissime salse come la tahina e l’hummus. Sappiamo bene quanti piatti della cucina orientale e mediorientale siano già originariamente e completamente composti da ingredienti vegetali e da questi possiamo prendere spunto per arricchire le nostre idee in cucina.
Se poi consideriamo anche che i ceci sono una punta di diamante del nostro territorio, il gioco è fatto.

Non ci resta che cucinare i nostri buonissimi falafel di ceci.



 Leggi anche: Perché diventare vegani? 14 buone ragioni per una vita cruelty free

Sapevate che…?
La ricetta dei falafel (o felafel), affonda le sue radici al periodo in cui i cristiani copti in Egitto non avevano il permesso di mangiare carne durante alcune festività; per ovviare a questo problema, soprattutto per quanto concerneva l’apporto di proteine, anticipando i dilemmi degli odierni vegani i cristiani copti svilupparono l’idea alternativa del falafel.

Dunque, mettiamoci all’opera.

Falafel di Ceci – Ingredienti

  • 100 g ceci secchi
  • 1 spicchio d’aglio
  • mezza cipolla
  • due cucchiai di semi di sesamo
  • un cucchiaio di cumino
  • un cucchiaio di coriandolo
  • abbondante prezzemolo tritato
  • pepe q.b.

La ricetta originaria vuole che i falafel vengano composti con i ceci direttamente a crudo dopo l’ammollo di 12h, ma potete scegliere di sbollentare i legumi velocemente in pentola a pressione oppure usare ceci già cotti, in caso di una cena veloce.
Frullare grossolanamente insieme tutti gli ingredienti – l’impasto deve risultare di colore verde – quindi formare le polpettine della misura di una noce e schiacciarle leggermente.
Friggere in padella due minuti per lato, finché non saranno dorati.
Servire con hummus e crema di semi di sesamo.

Come vedete, prepararli è facilissimo e i vostri ospiti rimarranno stupiti dalla loro bontà. Provare per credere!





veg-and-the-cityVeg And the City
nasce dall’esigenza di unire due passioni: l’amore per gli animali e quello per la cucina.

La cucina vegana è il connubio perfetto tra queste due cose.
Si tratta del primo ed unico home veg restaurant salernitano.
Un’idea che nasce dalla voglia di lavorare e stare a contatto con le persone, di inventarsi un impiego, andando un pò controcorrente rispetto alla burocrazia e alla lentezza dei nostri tempi.
Noi di slow abbiamo solo il food, la lievitazione del nostro pane integrale, la fermentazione o la produzione dei ”non-formaggi”.
Nella nostra cucina possiamo far sentire le persone realmente a casa, come in un pranzo di famiglia, giocando con il cibo, con i colori e gli odori delle verdure di stagione e dei prodotti fatti in casa, senza doverci preoccupare di CHI troveremo oggi nel nostro piatto.
Amicizia, cultura vegana, buon gusto, amiamo veganizzare i piatti della nostra tradizione culinaria e soprattutto dimostrare che la vera dieta mediterranea è già per la maggiore cruelty free, dalla Campania, passando per il Cilento (patrimonio dell’Unesco), rincorrendo e onorando le nostre origini, dimostrando che Veg si può e si deve.

Segui Veg And The City su Facebook

Ti piace NaturLove? Rimani aggiornato seguendoci sulle nostre pagine!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*