Germogli di alfalfa: proprietà e benefici per la nostra salute

germogli di alfalfa

Spesso ne sentiamo parlare e li assaporiamo come ingredienti propri della cucina orientale: ma che cosa sono i germogli di alfalfa e quali sono le proprietà di queste particolarissime piante erbacee? Oltre agli impieghi culinari, scopriremo che queste erbe sono ricchissime di nutrienti e vere toccasana per la salute del nostro organismo sotto molteplici aspetti. Vediamo, ora, perché è bene conoscerne a fondo tutti i benefici.

>>> Se ti piace NaturLove, iscriviti anche al gruppo Facebook dedicato ai contenuti esclusivi e alle migliori offerte di prodotti naturali sul web! <<<




Che cosa sono i germogli di alfalfa?

Semi di alfalfaIl nome è particolare e, come si può evincere facilmente, non proprio della nostra lingua: i germogli di alfalfa, infatti, sebbene ampiamente diffusi in diverse regioni italiane, sono originari dell’Asia. “Alfalfa”, spesso tradotto come “padre di tutti i cibi, di tutti gli alimenti” – definizione forse condizionata anche da una certa assonanza con il concetto di “alfa” – deriva dall’arabo al-fíʂfiʂah o al-fáʂfaʂah, che significa propriamente “foraggio”. Abbiamo, dunque, già individuato una delle caratteristiche di questa pianta, cioè un tipo di alimento utilizzato in agricoltura e in allevamento, ma non possiamo fermarci a questa etimologia; il nome scientifico latino, in effetti, aggiunge un’altra importantissima proprietà ai germogli di alfalfa: si parla di “medicago sativa” o di “erba medica”. Anche qui, potremmo essere tratti in inganno: l’aggettivo “medico”, a differenza di quanto si possa pensare, non significa “che cura”, ma proviene direttamente dal greco μηδική e si riferisce al popolo dei Medi e alla Media, l’antica Persia (attuale Iran), luogo in cui evidentemente è stata scoperta la pianta, e poi esportata. Nonostante non si possa tradurre propriamente come erba curativa, è vero, però, che i germogli di alfalfa, facenti parte della famiglia delle leguminose (Fabaceae), sono ricchissimi di principi nutritivi essenziali per l’organismo, le cui proprietà benefiche erano ben note già in antichità.

>>> Leggi anche: Fagioli Mungo: che cosa sono, benefici e proprietà

Perché i germogli di alfalfa sono veri e propri toccasana per l’organismo

Uno dei motivi per cui i germogli di alfalfa sono considerati un toccasana naturale è da ricercare nella capacità delle profonde radici di queste piantine di assorbire sostanze nutritive dal sottosuolo. Questo permette all’erba medica di arricchirsi di sali minerali come il magnesio, il ferro e lo zinco, elementi che il nostro organismo a suo volta, può facilmente assumere. Non solo: i germogli – ottenuti esattamente come quelli appartenenti ad altre piante leguminose simili, quindi dopo aver immerso i semi di alfalfa in acqua a temperatura ambiente per circa dodici ore, averli scolati e posti in un apposito germogliatore – rappresentano una consistente fornitura assolutamente naturale di vitamine. Sono presenti il gruppo vitaminico B (tra cui la B12, perfetta per rafforzare il sistema immunitario e la B3, anche denominata PP, utile alla circolazione sanguigna e alla protezione della pelle) e le vitamine A, C, D, E, K, quest’ultima importantissima per la coagulazione e per la sua funzione antiemorragica.

>>> Leggi anche: Carenza di vitamina PP (o B3 o niacina): sintomi e rimedi naturali

Benefici e proprietà dei germogli di alfalfa

Entrando nello specifico, ecco alcune delle più importanti azioni benefiche contenute in queste incredibili piantine, estremamente salutari per il nostro organismo e con influenze regolatrici su diversi apparati e loro funzioni. La prima proprietà che viene generalmente associata ai germogli di alfalfa è quella connessa alla capacità di abbassare il colesterolo, o meglio, a diminuire quello nocivo, LDL, e di dare sostegno al colesterolo “positivo”, HDL. Come molte erbe di questa famiglia, inoltre, i germogli di alfalfa sono importanti antiossidanti, utili a rallentare l’invecchiamento della pelle, mentre l’abbondanza di vitamine li rendono dei piccoli integratori ed energizzanti del tutto naturali, in grado di creare uno scudo immunitario piuttosto solido. Per quanto riguarda l’apparato gastrointestinale, la medicago sativa, che si avvale anche di enzimi importantissimi per una corretta digestione, è utilissima come rimedio contro problemi di stomaco e ulcera. Infine, grazie al manganese, un oligominerale molto simile al ferro, i germogli di alfalfa sono un vero e propria panacea per la crescita ossea: prevengono l’artrite, alleviano le problematiche inerenti ai reumatismi e, infine, sono alimenti particolarmente indicati per chi soffre di diabete.

A cura di Elisabetta Falcioni





Ti piace NaturLove? Rimani aggiornato seguendoci sulle nostre pagine!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*