Massaggio olistico: che cos’è e quali sono i benefici

massaggio olistico

Che cos’è il massaggio olistico e quali sono i benefici che porta a corpo e mente? Secondo le discipline olistiche, questi due aspetti dell’essere umano sono strettamente collegati tra loro: la stimolazione di alcune zone del corpo e l’utilizzo di tecniche specifiche previste dai massaggiatori olistici dunque, proprio per questo motivo, sono un vero e proprio bagno di salute e di energia.

>>> Se ti piace NaturLove, iscriviti anche al gruppo Facebook dedicato ai contenuti esclusivi e alle migliori offerte di prodotti naturali sul web! <<<




Che cos’è il massaggio olistico?

diffusore di aromi aromaterapiaQuando abbiamo voglia di un rilassamento totale, sia del corpo che della mente, è possibile perdersi nella ricerca di ogni tipo di massaggio così, soprattutto per chi ama la filosofia e le tecniche provenienti dall’Oriente, è possibile imbattersi nell’aggettivo “olistico”. Il significato? Il termine rimanda al greco antico, dove “olos” sta per “tutto”, o meglio “tutto intero”, prendendo in considerazione una visione d’insieme formata dalla molteplicità delle parti in oggetto che, in questo caso, si riferisce direttamente a ogni organo e muscolo del nostro corpo. Perché parliamo di questo? I massaggiatori olistici, grazie alla loro affinata tecnica e alla conoscenza approfondita dell’anatomia umana, si occupano di riequilibrare situazioni disarmoniche concentrandosi sui Meridiani Energetici che, secondo la Medicina Tradizionale Cinese, scorrono attraverso di noi. Queste energie, che ci invadono come corsi d’acqua che percorrono il nostro organismo dalla punta dei capelli alle dita dei piedi, sono in tutto 12: ognuno, poi, si riferisce a un organo che, sempre seguendo i canoni della MTC, governa una particolare sensazione o stato emotivo. Come ovvio, dunque, una seduta di massaggio olistico può recare benefici a 360°.

>>> Leggi anche: MarkeThink Olistico, quando il marketing incontra il benessere

Come si svolge una seduta di massaggio olistico?

Innanzitutto, questo tipo di stimolazione tiene in considerazione la persona nella sua interezza,
proprio come indica il significato del termine “olistico”, dunque prevede non solo il coinvolgimento di tutto il corpo e della mente, ma anche la confluenza di diverse tecniche orientali, dall’aromaterapia, alla cristalloterapia, alla musicoterapia. Prima di effettuare il massaggio, l’operatore dedica un primo momento molto importante alla conoscenza del ricevente, in modo da personalizzare nella maniera più giusta il massaggio e portare, così, armonia e benessere nelle zone del corpo, e soprattutto della mente, necessari per la situazione specifica del paziente. Per quanto riguarda la modalità di esecuzione, generalmente il massaggiatore olistico consiglia, a chi riceve la terapia, di stendersi su un lettino o futon: la stimolazione prevede il tocco diretto sulla pelle, dunque è consigliabile l’esecuzione senza che le stoffe dei vestiti si intromettano tra le mani dell’operatore e il ricevente. Tempistiche? Un massaggio rilassante, decongestionante o energizzante può durare, a discrezione dell’operatore, dai 60 ai 90 minuti: è preferibile non ingerire cibo solido almeno un’ora prima del trattamento, visto che la stimolazione prevede un massaggio connettivale deciso, seppure delicato e non invasivo, mentre dopo la seduta è bene bere molti liquidi per depurare ulteriormente l’organismo.

>>> Leggi anche: Massaggio sonoro con campane tibetane: che cos’è e quali sono i benefici?

Il massaggio olistico e i suoi benefici

Visto che abbiamo parlato di un massaggio di tipo connettivale, è innegabile che i benefici che l’operatore olistico porta con questa tecnica siano visibili anche a livello fisico: il corpo si rilassa dalle tensione e, in presenza di contratture, è possibile sciogliere articolazioni e muscoli. Il beneficio principale del massaggio olistico, però, proprio perché prevede una stimolazione a tutto tondo del paziente, è soprattutto a livello emotivo. Il primo aspetto benefico riscontrato è l’alleviamento di stati di ansia e stress, ma non solo: come abbiamo spiegato, infatti, ogni meridiano energetico che viene stimolato conferisce armonia a una sensazione particolare. Così, a seconda di ciò che il ricevente ha rivelato nel colloquio iniziale, il massaggiatore si concentrerà su una zona particolare piuttosto che su un’altra. Un esempio? In caso di stati di inquietudine, l’operatore stimolerà il meridiano della vescica, se è presente rabbia, invece, quello del cuore, così come quello dei polmoni in caso di tristezza.

A cura di Elisabetta Falcioni

>>> Se ti piace NaturLove, iscriviti anche al gruppo Facebook dedicato ai contenuti esclusivi e alle migliori offerte di prodotti naturali sul web! <<<





Ti piace NaturLove? Rimani aggiornato seguendoci sulle nostre pagine!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*