Microalbuminuria: come limitarla con i rimedi naturali

microalbuminuria

Che cosa intendiamo quando parliamo di microalbuminuria ed esistono rimedi naturali per limitare questa problematica riscontrata nell’esame delle urine? Ecco a cosa è dovuta una alta concentrazione di albumina e come rispondere al problema con un efficace equilibrio tra sana alimentazione e stile di vita salutare.

>>> Se ti piace NaturLove, iscriviti anche al gruppo Facebook dedicato ai contenuti esclusivi e alle migliori offerte di prodotti naturali sul web! <<<




Che cosa significa microalbuminuria

Come sempre, partiamo dalle basi, ovvero da cosa significhi letteralmente il termine scientifico microalbuminuria. Il “suono” della parola potrebbe suggerirci una definizione leggermente erronea, data dalla presenza del suffisso “micro” per esempio: in realtà, la microalbuminuria è la presenza seppure in quantità minime – ma non regolari – di albumina nelle urine. Questa nozione potrebbe già rivelare qualcosa di sospetto, visto che la presenza di proteine rilevata in analisi che coinvolgono l’apparato urinario non è, generalmente, sintomo di buona salute. La presenza di albumina, in realtà, è considerata normale entro certi range, visto che è possibile che piccole quantità di questa proteina passino attraverso le membrane renali. Se, però, le dosi nelle urine superano le quantità previste, allora potrebbero esserci problemi di salute a carico dei reni: una delle più comuni, spesso collegata ad alta albumina nelle urine, è la nefrite diabetica, ma anche l’ipertensione arteriosa, la cirrosi epatica, l’insufficienza cardiaca e la sindrome metabolica ne possono essere cause.

È bene considerare che la microalbuminuria può essere asintomatica e manifestarsi solo a seguito del danneggiamento già avvenuto dei reni. Sintomi visibili della presenza di proteine nelle urine possono essere gonfiori localizzati in varie aree del corpo, come mani, viso e pancia.

>>> Leggi anche: Dieta purificante: come depurare e disintossicare l’organismo con i cibi giusti

Perché la microalbuminuria può essere collegata al diabete?

La presenza di alta albumina nelle urine, ovvero albuminuria che, a seconda dei livelli di concentrazione, si può definire microalbuminuria o macroalbuminuria, può essere collegata a molteplici aspetti del nostro stato di salute. Come sempre, invitiamo i lettori a non ricorrere al fai da te, dato che si tratta di possibili patologie anche molto serie, ma di consultare sempre un medico in caso si leggano risultati di questo tipo dalle analisi delle urine. L’albumina, in effetti, ha funzioni molto importanti all’interno del nostro corpo, come quella di aiuto nel coagulare il sangue e nel regolare il passaggio dei liquidi, soprattutto a livello renale. Ed è proprio qui che, se viene evidenziata microalbuminuria, potrebbero esserci indizi di patologie come la nefrite diabetica, spesso citata. Ma che cosa c’entra il diabete con l’albumina? Il problema deriva, in realtà, dall’iperglicemia collegata alla patologia, che andrebbe a danneggiare i vasi sanguigni dei reni, detti più propriamente glomeruli renali, che, dunque, non riuscirebbero a filtrare i liquidi in maniera appropriata. A questo punto, l’albumina andrebbe ad infiltrarsi in un composto chiamato “preurina”, per poi riversarsi nelle urine con concentrazioni superiori alla media, dando segnali di malfunzionamento renale.

>>> Leggi anche: Perché diventare vegani: ecco 14 buone ragioni per scegliere una vita cruelty-free

Ci sono rimedi naturali contro la microalbuminuria?

È bene ricordare che la prima cosa da fare in caso si riscontri microalbuminuria negli esami delle urine è rivolgersi al proprio medico di fiducia che, dati questi indizi di possibile condizione di mala salute, potrà prescrivere ulteriori esami e diagnosticare, eventualmente, una patologia specifica, da trattare, come ovvio, con terapia farmaceutica. In molti, però, si chiedono se non sia possibile intervenire “a monte” con rimedi naturali che ci preservino da microalbuminuria o che tendano a limitarne l’insorgenza.

Quali sono? Innanzitutto, come ricordiamo sempre, una sano e bilanciato regime alimentare è la prima “arma” che abbiamo per combattere contro l’insorgenza di ogni tipo di malattia. In questo caso specifico, il consiglio è quello di consumare cibi ipocalorici, povero di zuccheri semplici e di grassi saturi, di difficile sintesi da parte del nostro organismo (soprattutto dal nostro fegato). Via libera, dunque, a legumi, frutta secca e cibi magri, scegliendo di usare con molta parsimonia il sale, molto dannoso per un corretto funzionamento renale. Bere molta acqua, poi, aiuta la depurazione dell’organismo, mentre è preferibile evitare di consumare bevande a base alcolica o zuccherina. Infine, ricordiamo anche due capisaldi per trattare al meglio il nostro corpo ed evitare l’insorgenza di problematiche come quella della microalbuminuria: smettere di fumare ed eseguire un regolare – ma non eccessivo – esercizio fisico quotidiano, possibilmente all’aria aperta e in zone poco soggette a inquinamento.

A cura di Elisabetta Falcioni

>>> Se ti piace NaturLove, iscriviti anche al gruppo Facebook dedicato ai contenuti esclusivi e alle migliori offerte di prodotti naturali sul web! <<<





Ti piace NaturLove? Rimani aggiornato seguendoci sulle nostre pagine!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*