Semini di Chia – Proprietà e benefici di un piccolissimo superfood

semi-di-chia-proprieta

I Semini di Chia sono tra i cibi più sani del pianeta, così ricchi di sostanze nutrienti benefiche per il corpo e il cervello da meritarsi l’appellativo di superfood. I semi di Chia sono dei piccoli semi neri, della Salvia Hispanica, una pianta imparentata con la menta che cresce in Sud America, largamente utilizzata già dagli Aztechi e dai Maya (“Chia” è infatti la parola usata dai Maya per indicare la forza).

In quest’articolo vedremo insieme quali sono le principali proprietà e i benefici dell’utilizzo dei semi di Chia.

>>> Se ti piace NaturLove, iscriviti anche al gruppo Facebook dedicato ai contenuti esclusivi e alle migliori offerte di prodotti naturali sul web! <<<




>>> Leggi anche: Come usare i semi di Chia: 9 utilizzi di un superfood speciale

Cosa sono i Semini di Chia?

Nonostante la loro lunga storia, solo in tempi recenti le proprietà dei semi di Chia sono stati rivalutate notevolmente. Si tratta di un moderno supercibo e vengono oggi consumati quotidianamente dalle persone più attente alla salute.

Questi piccoli semi sono un vero e proprio scrigno di sostanze nutrienti. 30 g di semi di Chia, ossia un paio di cucchiai, contengono infatti:

  • 11 g di fibre
  • 4 g di proteine
  • 9 g di grassi (di cui 5 g di Omega-3)
  • il 18 % della RDA (Dose Giornaliera Consigliata) di Calcio
  • il 30 % della RDA di Manganese
  • il 30 % della RDA di Magnesio
  • il 27 % della RDA di Fosforo

semini di chiaEssi contengono, inoltre, una discreta quantità anche di zinco, vitamina B3 (Niacina), potassio, vitamina B1 (Tiamina) e Vitamina B2, a fronte di sole 137 calorie e 1 grammo di carboidrati digeribili.

Bisogna infine aggiungere che i semi di Chia sono naturalmente privi di glutine, quindi ottimi anche per i celiaci e per gli intolleranti al glutine.

Vediamo allora quali sono le principali proprietà di questi preziosi semi.

I semini di Chia sono ricchi di antiossidanti

Gli antiossidanti sono sostanze utilissime per il nostro organismo, in quanto combattono i radicali liberi, che possono danneggiare le molecole all’interno delle cellule e contribuire così all’invecchiamento cellulare e all’insorgere di malattie come il cancro.

Studi recenti sembrerebbero dimostrare che il contenuto di antiossidanti dei semi di Chia sia ben 3 volte superiore a quello dei mirtilli, ben noti per quest’importante proprietà.

Il contenuto di carboidrati dei semi di Chia è composto per lo più da fibre

Osservando il contenuto nutrizionale dei semi di Chia, possiamo notare che la dose prima presa ad esempio (30 grammi = 2 cucchiai) contiene circa 12 g di carboidrati.

In realtà, ben 11 grammi su 12 sono fibre, che non vengono digerite dall’organismo. Le fibre non fanno salire gli zuccheri nel sangue e non richiedono insulina per essere smaltite, pertanto non andrebbero considerate al pari degli altri carboidrati.

Proprio per l’elevata presenza di fibre, i semini di Chia sono in grado di assorbire fino a 10-12 volte il loro peso in acqua, trasformandosi in una sostanza gelatinosa ed espandendosi nello stomaco. Ciò dovrebbe aumentare il senso di sazietà, favorire il lento assorbimento del cibo e, automaticamente, spingere a mangiare meno calorie.

Le fibre inoltre aiutano i batteri “amichevoli” per l’intestino, fondamentali per la salute dell’intero organismo.

I semi di Chia presentano un alto contenuto di proteine di qualità

I semi di Chia contengono anche una discreta quantità di proteine, circa il 14%, che è molto di più rispetto alla maggior parte delle piante. Essi presentano un buon equilibrio di aminoacidi essenziali, il che fa sì che siano molto più utilizzabili dal nostro organismo.

I semini di Chia possono aiutare a perdere peso

L’elevato contenuto di fibre e proteine fa sì che i semi di Chia siano un ottimo alleato per perdere peso. Le fibre infatti, come detto, assorbono acqua e si espandono nello stomaco, aumentando il senso di sazietà e rallentando l’assorbimento del cibo.

Le proteine contenute nei semi di Chia, inoltre, possono contribuire a ridurre l’appetito e di conseguenza l’assunzione di cibo.

Bisogna anche dire che le ricerche finora effettuate in tal senso non hanno dato risultati significativi in termini di perdita di peso corporeo, che dipende da molti altri fattori al di là della singola aggiunta o eliminazione di un alimento dalla dieta, ma vengono riconosciute ai semi di chia proprietà che possono comunque essere un buon aiuto all’interno di una dieta equilibrata accompagnata da uno stile di vita sano.

I semi di Chia possono ridurre il rischio di malattie cardiache e diabete di tipo 2

Poiché i semi di Chia sono ricchi di fibre, proteine e acidi grassi omega-3, essi possono migliorare il nostro metabolismo e favorire la salute del cuore, oltre che ridurre il rischio di diabete di tipo 2.

In uno studio effettuato su 20 pazienti malati di diabete, l’assunzione di semi di Chia ha dato risultati incoraggianti per diversi marker, come il marker infiammatorio hs-CRP, diminuto del 40%, e il fattore di rischio vWF, diminuito del 21%. Accanto a questi si è riscontrata una riduzione della pressione sanguigna.

Per chi già soffre di diabete ed è soggetto all’assunzione di insulina, però, se ne sconsiglia l’utilizzo in quanto la loro capacità di ridurre il glucosio nel sangue, associata all’uso dei farmaci, può portare a episodi di ipoglicemia.

I semini di Chia sono ricchi di sostanze nutritive utili per le ossa

Questi piccoli semini sono ricchi di diverse sostanze nutritive importanti per la salute delle ossa, come calcio, magnesio e fosforo. Il contenuto di calcio, in particolare, risulta piuttosto rilevante raggiungendo il 18% della dose giornaliera consigliata in una dose di soli 30 grammi di semi.

I semi di Chia possono migliorare le prestazioni sportive

semi-chia-bioLa leggenda racconta che sia gli Aztechi che i Maya utilizzavano i semi di Chia per migliorare le proprie prestazioni durante la giornata e gli studi recenti sembrano confermare questa ipotesi. In particolare si è osservato che non risultavano differenze a livello di prestazione tra gli atleti a cui era stata somministrata una bevanda energetica e quelli che avevano assunto semi di Chia. I semi aiuterebbero quindi gli atleti alle prese con il carico di carboidrati pre-work, aumentando l’assunzione di sostanze nutritive ma riducendo al tempo stesso quella degli zuccheri.

I semi di Chia sono facili da utilizzare: dosi e modi d’uso

Utilizzare i semi di Chia è facile e veloce, motivo in più per aggiungerli alla nostra dieta quotidiana.

Non avendo un sapore particolare, possono essere aggiunti un po’ in tutti i tipi di piatti, inoltre non dovendo essere macinati (come è necessario fare, invece, per i semi di lino), possono essere semplicemente versati nel piatto che si intende arricchire.

Si possono consumare crudi, nei succhi di frutta, nel porridge, nel budino, nei prodotti da forno, e data la loro capacità di assorbire acqua e grasso possono essere utilizzati anche per addensare e per sostituire le uova nelle ricette.

Una dose raccomandata è quella di 20 grammi (circa un cucchiaio e mezzo) due volte al giorno.

Dove acquistare i semi di Chia?

I semi di Chia oggi si possono trovare abbastanza facilmente anche nei supermercati o nei negozi bio, anche se i prezzi si mantengono su livelli medio-alti. Un’alternativa può essere quella di ridurre i costi acquistando on line prodotti bio, di qualità, ma a prezzi più bassi.

L’offerta che abbiamo selezionato per voi tra i nostri partner, risulta particolarmente valida in termini di rapporto qualità-prezzo.

Guarda l’offerta su Anastore per Semi di Chia Bio 500g

>>> Se ti piace NaturLove, iscriviti anche al gruppo Facebook dedicato ai contenuti esclusivi e alle migliori offerte di prodotti naturali sul web! <<<





Ti piace NaturLove? Rimani aggiornato seguendoci sulle nostre pagine!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*