Ginkgo Biloba benefici e proprietà di una pianta dalle origini antichissime

ginkgo biloba tree

Il Ginkgo Biloba è una pianta dalle origini antichissime risalente a 250 milioni di anni fa, tanto da essere considerata un fossile vivente, ed è l’unica specie ad oggi sopravvissuta delle famiglia delle Ginkgoaceae. Si riconoscono al Ginkgo Biloba benefici contro diversi disturbi e in quest’articolo vi descriveremo tutte le proprietà di questa pianta e a cosa serve.

La pianta, originaria della Cina, viene anche chiamata volgarmente ginko, ginco o albero di capelvenere, ma il suo nome ufficialmente in uso rimane quello attribuitole dal botanico Carlo Linneo nel 1771, dove Ginkgo deriverebbe da un’errata trascrizione dal cinese (“yin-kuo”, albicocca d’argento) e Biloba dalla divisione in due lobi delle foglie.
Ginkgo Biloba
Al Ginkgo Biloba, che sembra particolarmente efficace se combinato in maniera sinergica al Panax Ginseng, vengono oggi attribuite numerose proprietà benefiche, soprattutto per le persone anziane. Quest’antica erba, infatti, è in grado di migliorare l’apporto di ossigeno, e quindi anche la memoria, nonché di avere effetti benefici sulla visione a lunga distanza. Studi hanno confermato anche il suo valore nel trattamento della depressione nelle persone anziane, oltre che risultati positivi contro mal di testa, sinusite e vertigini. Agendo positivamente anche sulla circolazione, il Ginkgo Biloba risulta utile anche in caso di deficit erettivo e impotenza.

Più avanti nell’articolo vi parleremo nel dettaglio di tutte le proprietà del Ginkgo Biloba.

Dove acquistare Ginkgo Biloba

Prodotti a base di Ginkgo Biloba, solitamente in capsule o fiale, sono venduti in farmacie, parafarmacie e negozi bio, ma ovviamente on line è possibile rintracciare una vasta offerta, spesso con prezzi molto convenienti. Noi abbiamo selezionato alcune proposte particolarmente interessanti sui siti dei nostri partner, come ad esempio quella del sito Anastore, che offre un prodotto dall’ottimo rapporto qualità-prezzo.

 Guarda l’offerta per Gingko Biloba Capsule su Anastore e acquista on line al miglior prezzo

Ginkgo Biloba benefici per la salute

Ginkgo Biloba Proprietà terapeutiche dell’estratto di foglie

Recentemente, in Germania e in Francia, sono stati eseguiti diversi studi sulle proprietà curative dell’estratto di foglie di Ginkgo Biloba. Questi studi, associati ad altri già condotti negli Stati Uniti, hanno portato a interessanti risultati.

L’estratto di Ginkgo Biloba è stato infatti studiato con riferimento a numerose patologie, come l’Alzheimer, l’aterosclerosi cerebrale, le insufficienze cerebrali, la demenza, la depressione, la menopausa, le malattie vascolari, la senilità e la perdita di memoria. In virtù di tali studi, sono state riconosciute al Ginkgo Biloba proprietà curative importanti e un’efficacia sia nella stimolazione del cervello e nella riduzione della perdita di memoria a breve termine, sia nel migliorare i flussi sanguigni e la trasmissione dei segnali nervosi.

Riduce i danni alla retina

Negli studi effettuati, il Ginkgo Biloba si è dimostrato dotato di capacità antiossidanti, con miglioramenti delle funzioni delle cellule nervose e del flusso di sangue al sistema nervoso e al cervello. La sua capacità di aumentare la dilatazione vascolare può contribuire a ridurre i danni alla retina causati dal degrado maculare, ma può anche combattere la sordità causata dalla riduzione del flusso sanguigno.

Efficace contro la depressione

I pazienti affetti da vari gradi di insufficienza vascolare hanno osservato un miglioramento dell’umore durante l’assunzione di Ginkgo Biloba. Questo ha portato a un rinnovato interesse nel suo uso come trattamento per la depressione.

Nei casi lievi di depressione si è spesso potuto addirittura evitare il ricorso a trattamenti farmacologici, anche se pare che i miglioramenti più evidenti si siano avuti nei pazienti più anziani.

Ginkgo Biloba Benefici contro Alzheimer e funzioni cerebrali

Come dimostrato da oltre 300 studi, il Ginkgo Biloba facilita il flusso di sangue attraverso il corpo e in particolare verso il cervello, dove protegge e migliora la memoria e le funzioni mentali, anche nelle persone affette da Alzheimer.

Non essendo ancora chiaro il meccanismo che porta al morbo di Alzheimer, non vi è ancora un’idea precisa su come il Ginkgo Biloba possa funzionare nello stabilizzare e, in taluni casi, migliorare la vita dei soggetti malati, tuttavia sembrerebbe plausibile che gli antiossidanti presenti nella pianta siano di grande aiuto per la salute del cervello.

Inoltre, poiché si ritiene che la malattia possa avere origine anche da una diminuzione del flusso sanguigno al cervello, gli effetti vasodilatatori del Ginkgo Biloba non possono che essere considerati di grande aiuto nel trattamento della patologia.

Proprietà antiossidanti del Ginkgo Biloba

Come antiossidante, il Ginkgo Biloba combatte i radicali liberi e il danno da stress ossidativo. Come dimostrato dagli studi che si stanno portando avanti negli ultimi anni, gli antiossidanti come l’estratto di Ginkgo Biloba possono svolgere un ruolo importante nel prevenire o ritardare le malattie cardiache, il cancro e altre patologie. Gli antiossidanti, inoltre, rallentano l’invecchiamento cellulare arrestandone i danni.

Proprietà del Ginkgo Biloba e Impotenza

Tra le proprietà del Ginkgo Biloba vi sono quelle relative al trattamento dell’impotenza. Escludendo le problematiche di natura psicologica, la causa principale dell’impotenza maschile è legata a una cattiva circolazione del sangue, che può generare problemi di erezione. Dal momento che il Ginkgo Biloba aumenta il flusso di sangue, il suo utilizzo nei casi di impotenza può essere di grande aiuto per ritrovare le normali funzioni dell’apparato genitale.

>> Leggi anche: Deficit Erettivo, impotenza ed eiaculazione precoce: un aiuto concreto dalla fitoterapia

Malattia di Reynaud

La Malattia di Reynaud è una patologia causata da una iperreazione dei vasi sanguigni al freddo, riducendo il flusso di sangue e privando le estremità dell’ossigeno. Il Ginkgo Biloba può aiutare in queste condizioni in quanto in grado di allargare i piccoli vasi sanguigni, favorendo così una corretta circolazione del sangue.

Ginkgo Biloba e Morbo di Parkinson

La carenza di dopamina è una delle cause del Morbo di Parkinson, che porta alla progressiva rigidità muscolare, all’agitazione e alla mancanza di coordinazione. I medici ritengono che, in sinergia con altri trattamenti, il Ginkgo Biloba possa aiutare a combattere i sintomi di questa patologia, aumentando il flusso sanguigno del cervello e facendo sì che la dopamina possa essere distribuita alle aree che ne hanno più bisogno.

Il Ginkgo Biloba nell’ictus

Gli scienziati stanno continuando a studiare gli effetti dell’estratto di Ginkgo Biloba nella prevenzione e nel trattamento dei pazienti colpiti da ictus. Si ritiene infatti che, impedendo coaguli di sangue e aumentando il flusso sanguigno al cervello, il Ginkgo Biloba può aiutare a evitare l’ictus. La pianta, inoltre, inibisce i danni causati dai radicali liberi nelle cellule cerebrali a seguito di un ictus.
true-focus

Altri utilizzi del Ginkgo Biloba

Il Ginkgo Biloba viene spesso consigliato anche per numerosi altri disturbi, dai danni ai nervi correlati al diabete ai problemi di circolazione, dalle allergie alle vertigini, senza dimenticare mal di testa, aterosclerosi, sordità cocleare, degenerazione maculare e retinopatia diabetica.

Ginkgo Biloba controindicazioni

L’assunzione di Ginkgo Biloba è sconsigliata ai soggetti con problemi di coagulazione del sangue, sotto trattamento con farmaci anticoagulanti, con disturbi convulsivi o ipersensibili a uno o più dei suoi componenti. Si sconsiglia, inoltre, l’utilizzo in gravidanza e durante l’allattamento, nonché in caso ci si debba sottoporre a interventi chirurgici, in quanto potrebbe portare a casi di emorragia.

Ti piace NaturLove? Rimani aggiornato seguendoci sulle nostre pagine!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*