Maca Peruviana delle Ande, la pianta stimolante che aiuta uomini e donne

maca peruviana

Maca delle Ande o Maca Peruviana è il nome comune del Lepidium Meyenii, una pianta appartenente alla famiglia delle Brassicaceae (come broccoli, cavolfiori, verza, cappuccio, cavoletti di Bruxelles…), che cresce sulle Ande. Anche a causa dei suoi effetti energetici e stimolanti, viene spesso chiamata anche Ginseng Peruviano o Ginseng delle Ande.

La Maca delle Ande è l’unica pianta commestibile in grado di sopravvivere a condizioni climatiche estreme e ad altitudini che superano i 3000 metri. Le sue radici sono particolarmente nutrienti e per secoli sono state consumate in ogni pasto dalle popolazioni locali.

Quali sono le proprietà della Maca delle Ande?

La Maca Peruviana o Ginseng delle Ande è stata tradizionalmente utilizzata come afrodisiaco in tutto il mondo su entrambi i sessi, sebbene la sua azione non sembri colpire la sfera ormonale dei soggetti che la assumono. Uno studio che mirava a valutare l’esistenza di una correlazione tra ormoni ed effetto afrodisiaco non ha dimostrato, infatti, alcuna relazione e non ha identificato alcun picco di ormoni nella popolazione dello studio, nonostante l’effetto afrodisiaco fosse comunque rilevato.Maca Biologica

Si riconoscono alla Maca Peruviana proprietà adattogene straordinarie, ed è fonte di energia e vitalità, grazie all’elevata concentrazione di vitamine (vitamina B1, vitamina C, vitamina E, vitamina K), sali minerali, carboidrati e proteine. La medicina tradizionale peruviana la consiglia per il trattamento dei sintomi di menopausa, impotenza e deficit erettivo, ma ottimi risultati si sono osservati anche nei casi di calo della libido e di oligospermia (laddove la Maca sembra favorire la produzione di sperma), mentre tradizionalmente è usata come immunostimolante, contro l’anemia, in caso di problemi legati al ciclo mestruale, per potenziare la memoria e per contrastare la sindrome da stanchezza cronica, grazie alla presenza di antiossidanti.

>> Leggi anche: Come aumentare lo sperma in modo naturale 11 rimedi per combattere l’oligospermia

Come assumere la Maca Peruviana

La Maca può essere assunta come integratore somministrandone la radice o sotto forma di estratto, ma poiché non ha un sapore gradevole le capsule sono generalmente più apprezzate delle polveri.

È facile trovare in erboristeria prodotti a base di Maca delle Ande, ma anche in rete sono disponibili prodotti molto validi e a prezzi convenienti.

Vuoi acquistare Maca Bio a un prezzo speciale? Clicca qui! 

Maca delle Ande, menopausa e disturbi femminili

Come detto, la Maca Peruviana fa parte delle cosiddette piante adattogene, ossia piante che supportano l’organismo contro i fattori di stress fisiologico, psicologico e biochimico, e per questo motivo viene utilizzata in fase di perimenopausa e postmenopausa. Durante la menopausa, infatti, le donne possono subire diversi disturbi, come irritabilità, sbalzi d’umore, disturbi del sonno, ma anche riduzione della libido e secchezza vaginale. Studi svolti in Australia hanno rivelato che una preparazione a base di Maca concentrata stimola la produzione di estrogeni e riduce la concentrazione di ormoni dello stress, come il cortisolo e l’ormone adrenocorticotropico.

Non contenendo essa stessa estrogeno, ma in virtù delle sue proprietà stimolanti, la Maca Peruviana può quindi rivelarsi una valida alternativa alle terapie ormonali.Maca Biologica

La Maca Peruviana delle Ande può essere poi usata contro l’osteoporosi, per i suoi benefici sulla densità ossea. Proprio i bassi livelli di estrogeni nel post-menopausa risultano essere una delle cause dell’osteoporosi femminile e gli effetti prima descritti possono aiutare nella cura di questo problema.

Sempre riguardo le problematiche prettamente femminili, la Maca può rivelarsi molto utile anche nelle cosiddette sindromi premestruali, caratterizzate da irritabilità, sbalzi d’umore, ipersensibilità al seno e incontrollabili desideri di cibi specifici. La Maca sembra avere la capacità di normalizzare gli squilibri ormonali, nonché di alleviare i crampi, la sensazione di gonfiore, il mal di testa e gli altri sintomi già menzionati.

>> Leggi anche: Frullato proteico alla Maca, un rimedio per ritrovare la carica

La Maca e gli effetti nella sfera sessuale

Molti problemi sessuali possono derivare dalla mancanza di desiderio sessuale tanto negli uomini che nelle donne, oltre che da disturbi più specifici come i problemi di erezione nell’uomo. Vari studi hanno dimostrato che la Maca può migliorare le funzioni sessuali di uomini e donne, favorendo la libido, e si ricorre pertanto alla sua assunzione per incrementare il desiderio da entrambe i lati. La Maca Peruviana contiene concentrazioni piuttosto elevate di aminoacidi come la fenilalanina e la tirosina, che sono precursori dei neurotrasmettitori che determinano le funzioni sessuali, e di arginina, che gioca un ruolo molto importante nella formazione di ossido nitrico, fondamentale nella cura dell’impotenza maschile.

Effetti positivi sono stati riscontrati anche sulla fertilità, grazie alla presenza di fitosteroli e fitoestrogeni. Gli alcaloidi del Ginseng delle Ande sarebbero in grado di contrastare la sterilità mentre i glucosinolati hanno un effetto antiossidante e combattono i radicali liberi. Negli uomini, la Maca può incrementare la produzione di spermatozoi, il volume del liquido seminale e la motilità delle cellule spermatiche.

L’estratto sembra inoltre essere anche un potente agente per il controllo dell’ipertrofia prostatica benigna, con efficacia simile alla finasteride. La Maca Rossa sembrerebbe quella più indicata per questa tipologia di problema, ma anche la Gialla e la Nera possono avere effetti positivi.

>> Leggi anche: Deficit erettivo, impotenza ed eiaculazione precoce: un aiuto concreto dalla fitoterapia

Maca Peruviana controindicazioni, effetti collaterali e interazioni

A causa degli effetti della Maca delle Ande sugli ormoni sessuali, è consigliabile che gli uomini con livelli di PSA elevati e le donne con episodi di cancro al seno sensibili agli ormoni procedano con cautela nell’eventuale assunzione di Maca. Poco ancora si sa, invece, sugli effetti della Maca in fase di gravidanza e allattamento.

Uno studio clinico ha poi dimostrato che l’assunzione di 0,6 g di Maca Peruviana per 90 giorni può provocare leggeri aumenti nella pressione diastolica, pertanto pazienti che soffrono di ipertensione dovrebbero evitare di assumere dosi elevate di Maca.

Non sono comunque riscontrati particolari effetti collaterali. Si consideri che nell’area Andina è normale consumare fino a 100 g di Maca per pasto, senza subire conseguenze negative.

Per l’elevata presenza di vitamina K, è sconsigliabile l’assunzione di Maca Peruviana ai pazienti in cura con farmaci anticoagulanti, in quanto questa può interagire negativamente con questa classe di medicinali.

Le numerose proprietà della Maca delle Ande rendono quindi questa pianta adatta per combattere problemi di varia natura. Per fortuna oggi è molto facile trovare prodotti a base di Maca, sia in polvere che in capsule, con offerte molto vantaggiose come quelle che abbiamo scelto.

Guarda le migliori offerte per Maca delle Ande e acquista direttamente on line

Ti piace NaturLove? Rimani aggiornato seguendoci sulle nostre pagine!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*